Diritti Umani

Diritti Umani

Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è riportato di seguito.
Dopo questa solenne deliberazione, l’Assemblea delle Nazioni Unite diede istruzioni al Segretario Generale di provvedere a diffondere ampiamente questa Dichiarazione e, a tal fine, di pubblicarne e distribuirne il testo non soltanto nelle cinque lingue ufficiali dell’Organizzazione internazionale, ma anche in quante altre lingue fosse possibile usando ogni mezzo a sua disposizione.
Il testo ufficiale della Dichiarazione è disponibile nelle lingue ufficiali delle Nazioni Unite, cioè cinese, francese,inglese, russo e spagnolo.
Preambolo
Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo;
Considerato che il disconoscimento e il disprezzo dei diritti umani hanno portato ad atti di barbarie che offendono la coscienza dell’umanità, e che l’avvento di un mondo in cui gli esseri umani godano della libertà di parola e di credo e della libertà dal timore e dal bisogno è stato proclamato come la più alta aspirazione dell’uomo;
Considerato che è indispensabile che i diritti umani siano protetti da norme giuridiche, se si vuole evitare che l’uomo sia costretto a ricorrere, come ultima istanza, alla ribellione contro la tirannia e l’oppressione;
Considerato che è indispensabile promuovere lo sviluppo di rapporti amichevoli tra le Nazioni;
Considerato che i popoli delle Nazioni Unite hanno riaffermato nello Statuto la loro fede nei diritti umani fondamentali, nella dignità e nel valore della persona umana, nell’uguaglianza dei diritti dell’uomo e della donna, ed hanno deciso di promuovere il progresso sociale e un miglior tenore di vita in una maggiore libertà;
Considerato che gli Stati membri si sono impegnati a perseguire, in cooperazione con le Nazioni Unite, il rispetto e l’osservanza universale dei diritti umani e delle libertà fondamentali;
Considerato che una concezione comune di questi diritti e di questa libertà è della massima importanza per la piena realizzazione di questi impegni;
L’ASSEMBLEA GENERALE proclama
la presente dichiarazione universale dei diritti umani come ideale comune da raggiungersi da tutti i popoli e da tutte le Nazioni, al fine che ogni individuo ed ogni organo della società, avendo costantemente presente questa Dichiarazione, si sforzi di promuovere, con l’insegnamento e l’educazione, il rispetto di questi diritti e di queste libertà e di garantirne, mediante misure progressive di carattere nazionale e internazionale, l’universale ed effettivo riconoscimento e rispetto tanto fra i popoli degli stessi Stati membri, quanto fra quelli dei territori sottoposti alla loro giurisdizione.










La storia dei Diritti Umani

Il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è riportato nella pagina Dichiarazione.
Dopo questa solenne deliberazione, l’Assemblea delle Nazioni Unite diede istruzioni al Segretario Generale di provvedere a diffondere ampiamente questa Dichiarazione e, a tal fine, di pubblicarne e distribuirne il testo non soltanto nelle cinque lingue ufficiali dell’Organizzazione internazionale, ma anche in quante altre lingue fosse possibile usando ogni mezzo a sua disposizione.
Il testo ufficiale della Dichiarazione è disponibile nelle lingue ufficiali delle Nazioni Unite, cioè cinese, francese, inglese, russo e spagnolo.

Guarda il video

UNITED

un video multi-etnico della durata di 5 minuti che esprime l’esperienza della vita di strada; mostra ai ragazzi come ripristinare la pace usando la tolleranza e l’unione delle forze contro la sopraffazione e il bullismo. Ha catturato l’immaginazione di persone in tutto il mondo. UNITED è stato filmato durante il “Tour Educativo Mondiale” di YHRI, durato 35 giorni lungo più di 72.000 km,  attraversando 14 nazioni in quattro continenti diversi. Duemila volontari, compresi 150 attori, hanno regalato il loro tempo a questo progetto cinematografico.

Realizzato  dal giovane Taron ,  figlio della  prof.ssa Mary Shuttleworth, (Preside educatrice e Presidente dell’associazione internazionale) Taron  aveva solo 19 anni quando ha diretto UNITED,  con una squadra principalmente formata da bambini e adolescenti, rendendolo davvero un progetto per la gioventù. Proiettato per la prima volta alla sede del Quartier Generale Mondiale delle Nazioni Unite a New York nell’agosto 2004, UNITED è stato accettato come brano ufficiale in occasione di numerosi festival del film del pianeta. ha ricevuto premi come il premio Grand Jury per il Miglior Cortometraggio al New York International Independent Film & Video Festival. e quello come Miglior Film sui Diritti Umani al Festival del Film Taglio Corto di Firenze, che  è co-organizzato dall’UNESCo. Molti importanti personaggi di tutte le professioni hanno riconosciuto il valore educativo del film, dal Governatore della California al Vice Direttore dell’Ufficio  dell’Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite a New York. Il film è disponibile con sottotitoli in 18 lingue.